Sassuolo per il calcio pulito: formazione contro le frodi sportive

Sassuolo per il calcio pulito: formazione contro le frodi sportive

Il Sassuolo Calcio insieme a Lega Serie A per combattere le frodi nello sport: la prima squadra ha partecipato all’incontro formativo

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Insegnanti, ragazzi e atleti tutti insieme per capire cos’è il Match fixing, come funziona e come difendersi. Il progetto “Per l’integrità del gioco: formazione in campo contro le frodi sportive”, promosso dalla Lega Serie A, Sportradar e l’Istituto per il Credito Sportivo fa tappa a Sassuolo. Insieme all’Unione Sportiva Sassuolo Calcio (prima squadra e staff), circa 250 ragazzi accompagnati dal corpo insegnanti dell’istituto d’istruzione superiore “Alessandro Volta” hanno assistito al workshop iniziato alle ore 11, presso l’istituto.

A coordinare questo momento di formazione e informazione l’avvocato Marcello Presilla, responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar AG, che ha spiegato ad atleti e studenti il fenomeno del match-fixing in tutte le sue forme, illustrandone rischi e conseguenze. Spazio anche alla figura dei fixers, i criminali che agganciano i giocatori intrappolandoli nelle truffe, attraverso tecniche di adescamento che passano anche per i social network, sfociando in ricatti e minacce che pregiudicano il futuro e la credibilità degli atleti e del calcio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy