L’ex Ds Bonato ricorda l’operazione salvezza: ”A Sassuolo acquisti mirati”

L’ex Ds Bonato ricorda l’operazione salvezza: ”A Sassuolo acquisti mirati”

Un tempo Direttore Sportivo del Sassuolo, fu autore di una miracolosa salvezza al primo anno di Serie A: Nereo Bonato ricorda il mercato invernale che ridiede slancio ai neroverdi.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli

Un tempo Direttore Sportivo del Sassuolo, fu autore di una miracolosa salvezza al primo anno di Serie A: Nereo Bonato ricorda il mercato invernale che ridiede slancio ai neroverdi.

«Spendemmo sei milioni circa con obblighi di riscatto legati alla salvezza. E anche se acquistammo tanti giocatori, molti erano giovani per il futuro. Quelli che ci servivano per migliorare la prima squadra furono Sansone, Paolo Cannavaro, Floccari e Biondini: gente d’esperienza o, come nel caso di Sansone, che sapeva saltare l’uomo e ci dava qualità» le parole di Bonato al quotidiano Il Resto del Carlino, intervistato dopo l’ufficialità di Sansone – ex Sassuolo – al Bologna.

Sullo scambio Di Francesco-Falcinelli tra Bologna e Sassuolo: «E’ stata una operazione che non avrei mai fatto, ci ha guadagnato il Sassuolo. Diego è un attaccante completo, non un goleador, si sacrifica molto ma quando ci sono troppe aspettative, come succede a Bologna ed è successo a Firenze, fatica a imporsi»;

E su Filippo Inzaghi?: «Ai tempi Squinzi voleva portarlo al Sassuolo, ma Galliani non lo liberò: stava allenando la Primavera e forse avevano già in mente di metterlo in prima squadra».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy