Tornano i sorrisi al Mapei Stadium: Sassuolo-Sampdoria 2-1

Tornano i sorrisi al Mapei Stadium: Sassuolo-Sampdoria 2-1

Il Sassuolo ritrova la vittoria e soprattutto lo fa sul suo campo del Mapei Stadium: dopo il vantaggio ospite con Schick, Ragusa e Acerbi ribaltano la Samp

SCHICK – Sassuolo-Sampdoria comincia con l’assalto neroverde in campo con il tridente politano, Matri e Ragusa. I tre pressano alto la difesa blucerchiata, inducendo nell’errore l’avversario. Al 7ettimo il primo tiro dei padroni di casa, con il numero 16, Politano, ben servito da Matri, involato verso la porta di Viviano. La conclusione, complice anche il pressing del difensore, viene respinta dal portiere. Dall’altra parte, al 12esimo, Schick riceve la sfera in area, ma attardandosi nel controllo e spalle alla porta, opta per un non facile pallonetto che termina a lato. Seguono minuti di gioco senzavere opportunità, fino al 27esimo quando il tiro dalla distanza di Silvestre viene deviato quanto basta dalla schiena di Schick, per spiazzare Consigli e portare in vantaggio gli ospiti. Come spesso accaduto in questa stagione, il Sassuolo deve fare i conti con la sorte, contraria al popolo neroverde anche qualche minuto più tardi, quando in area doriana, Praet stoppa con un braccio il pallone alimentando le proteste degli emiliani. Con 3 minuti di recupero termina un primo tempo avaro di occasioni e con un risultato parziale sicuramente beffardo.

FLASH RAGUSA – Risultato beffardo dicevamo, Antonino Ragusa sistema subito le cose. Il suo gol arriva al 49esimo della ripresa e riporta subito in pareggio il match, secondo il copione di un secondo tempo  meglio gestito dai neroverdi. Non serve aspettare molto per gustare la rimonta completa: siamo al 55esimo, e sul calcio d’angolo di Lorenzo pellegrini, sbuca la testa del leone Francesco Acerbi che insacca il gol del 2-1. Ribaltone Sassuolo che nel proseguo dell’incontro si limita a gestire e tentare qualche affondo in contropiede, con l’occasione più pericolosa capitata sui piedi di Ragusa al 69esimo, respinto sul diagonale da un attento Viviano. Con la squadra più bassa, la Samp torna a farsi vedere in avanti, affidandosi ai colpi di genio di Quagliarella, murato dalla retroguardia emiliana. Una conclusione di testa di Skriniar è l’ultimo vero pericolo della partita che dopo 3 minuti di recupero termina 2-1. Vittoria importantissima per il Sassuolo, che respira ossigeno prezioso e torna a sorridere in casa sua.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy