Sensi torna dalla Nazionale: ”Ero teso durante l’inno. Verratti? Ho capito perché gioca a grandi livelli”

Sensi torna dalla Nazionale: ”Ero teso durante l’inno. Verratti? Ho capito perché gioca a grandi livelli”

Le emozioni del primo impegno con la Nazionale maggiore e le sensazioni alla ripresa del campionato con il Sassuolo. Parla Stefano Sensi.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
sensi-nazionale-italia

«Indossare la maglia della Nazionale Italiana è davvero un onore e una soddisfazione unica. Rappresentare uno stato intero è motivo di orgoglio e una grande responsabilità». Non poteva che cominciare in questo modo l’odierna conferenza di Stefano Sensi, centrocampista del Sassuolo di ritorno dall’esperienza con la Nazionale, prima convocazione nella rosa maggiore. «Ero teso durante l’inno, ma ho ricevuto molti consigli dai compagni e sono felice della prestazione in campo. Esordire poteva essere impegnativo, io però ho dato tutto me stesso e anche grazie ai compagni credo di avere fatto una bella prestazione. Giocare con Verratti? Unico, ecco perchè gioca a grandi livelli»;

Tornando alla Serie A. Domenica lunch match a Parma: «Domenica affronteremo una squadra ordinata e che sta bene mentalmente. Sarà una partita in cui loro ci aspetteranno per colpire in contropiede e quindi dovremo pazienza per costruire le nostre occasioni. – Parentesi anche sul mercato. Si parla di un forte interesse del MilanNon ci penso, ci pensa la società e io ora ho in testa solo il Sassuolo e voglio dare tutto per questa maglia».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy