Sassuolo, serve di più: con la Spal non c’è reazione. Finisce 1-1

Sassuolo, serve di più: con la Spal non c’è reazione. Finisce 1-1

Mancata reazione del Sassuolo dopo la sconfitta di Empoli. Gara piatta al Mapei Stadium, dove la Spal ferma i neroverdi sull’1-1.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
boga-sassuolo-spal

PELUSO SBLOCCA IL DERBY – Gara bloccata per quasi tutta la prima frazione di gioco. Il Sassuolo gioca meno nello stretto, con una formazione largamente rivisitata. Demiral al debutto, Ferrari e Adjapong titolari dopo moltissimo tempo. Il difensore tenta la spizzicata di testa al 5° minuto di gioco sugli sviluppi di un calcio d’angolo, mancando però la porta. Boga conclude dai 20 metri con un rasoterra che ottiene lo stesso risultato. Meglio Demiral che in area piccola insacca sotto la traversa il gol del vantaggio, annullato per un precedente fallo in attacco. Sicuro l’arbitro Maresca che non controlla il Var. Rete semplicemente rinviata a 10 minuti dopo: punizione di Sensi nelle vicinanze della bandierina. In area c’è Peluso che tira al volo trovando l’angolo basso alla sinistra di Gomis. Vantaggio Sassuolo e squadre negli spogliatoi.

VAR E PETAGNA – padroni di casa in cerca del gol della chiusura, ma la grinta non è quella necessaria e la Spal ne approfitta. Azioni ospiti che in realtà non impensieriscono più di tanto, ma bastano per mettere in difficoltà i neroverdi in zona arretrata. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Magnanelli spinge Floccari, con plateale richiesta di penalty da parte dei biancoazzurri. L’arbitro Maresca ferma il gioco dopo qualche minuto per verificare l’azione al Var. Assegna quindi il rigore che al 68′ Petagna realizza per l’1-1. Ferraresi galvanizzati dal gol, colpiscono anche un legno – ancora da calcio d’angolo – quando Felipe colpisce di testa lasciando impassibile Consigli. Sale il nervosismo in campo: il Sassuolo non reagisce, costringendo De Zerbi ai primi cambi. Odgaard debutta al posto di Matri, Duncan e Di Francesco completano il tris di sostituzioni. Ma ben presto il Var torna a prendersi la scena, anche in questo caso punendo la formazione neroverde: Alfred Duncan, già ammonito, riceve il secondo cartellino giallo chiudendo 5 minuti prima del previsto la sua partita. Maresca verifica al Var, confermando la sua decisione. Dopo quattro minuti di recupero il finale è 1-1.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy