Sassuolo, De Zerbi: ”Con la Juve per giocare con coraggio. Sul pullman solo chi ci crede”

Sassuolo, De Zerbi: ”Con la Juve per giocare con coraggio. Sul pullman solo chi ci crede”

Vigilia di campionato per il Sassuolo di Roberto De Zerbi, che domani pomeriggio scenderà in campo sul terreno della capolista Juventus.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
allenamento-roberto-de-zerbi-sassuolo

Vigilia di campionato per il Sassuolo di Roberto De Zerbi, che domani pomeriggio scenderà in campo sul terreno della capolista Juventus. Uno scontro al vertice, la sfida che potrebbe regalare la vetta della classifica al Sassuolo o il primo gol in Serie A al portoghese Cristiano Ronaldo. Sono molti gli argomenti che rendono la gara dell’Allianz Stadium un vero e proprio big match: «Scontro al vertice perchè lo dice la classifica, ma non è così. Abbiamo fatto 7 punti meritati e andiamo a Torino per giocare con coraggio, personalità e il gusto di giocare».

«Abbiamo lavorato bene con i giorni di stacco necessari per riposarsi mentalmente. Abbiamo sicuramente rispetto per la squadra più forte del campionato e d’Europa, ma questo non cambia il modo di preparare le partite. Non ci mettiamo più attenzione perchè è la Juventus. Abbiamo recuperato Magnanelli e Djuricic, ma anche Boga. Quelli che erano indietro come condizione hanno invece fatto dei miglioramenti».

«La nostra è una società composta da persone per bene e di professionalità. Quindi spero di avere giocatori che non andranno a Torino pensando alla brutta sconfitta della scorsa stagione, ma sapendo di potere fare qualcosa di importante anche contro la Juventus. Dovremo sicuramente essere al 100% giocando come le tre partite già disputate, possibilmente anche meglio».

De Zerbi che farà ancora turnover? «Su 25 giocatori che abbiamo alcuni hanno qualcosa in più degli altri e un blocco di  6-7 giocatori nella mia testa c’è sempre. Bisogna poi valutare tutto il resto, il lavoro settimanale, le partite. Sono quindi un po’ tutte chiacchiere, perchè ho la fortuna di allenare un gruppo numeroso di giocatori forti e devo essere bravo a sfruttarli tutti»;

Juve fortissima, e ora c’è anche CR7: «Ronaldo è il numero uno, sposta gli equilibri delle partite in Champions, ma non si deve ridurre la Juve al solo Cristiano Ronaldo. Fare bene contro tutti i campioni della Juve sarà motivo di orgoglio per noi. Sul pullman sale tutta la gente che spera, ambisce e sogna di fare risultato, altrimenti stiamo a Sassuolo».

Scansuolo.. mister cosa ne pensa di questi commenti sempre puntuali prima degli scontri con la Juventus?: «Non penso nemmeno di rispondere a questi commenti, perchè la Juve ha vinto 7 scudetti vincendo contro tante squadre, non solo con il Sassuolo. Un tempo si parlava al bar, non sui social e ci si metteva la faccia».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy