Sassuolo buon pareggio con la Lazio: al Mapei Ferrari risponde a Parolo

Sassuolo buon pareggio con la Lazio: al Mapei Ferrari risponde a Parolo

Vantaggio iniziale della Lazio, poi Gian Marco Ferrari ristabilisce l’equilibrio. Buona prestazione del Sassuolo che tuttavia non riesce ad assicurarsi i tre punti.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
sassuolo-lazio-duncan

BOTTA E RISPOSTA – Sassuolo-Lazio comincia nel segno della tattica, con Roberto De Zerbi che decide di schierare i suoi con un insolito 3-5-2. Boateng e Berardi compongono la coppia offensiva, mentre sulla corsia sinistra di centrocampo si piazza Adjapong. Torna titolare anche Locatelli. I neroverdi partono molto bene, il carattere offensivo mette in difficoltà gli ospiti, ma quel difetto di inizio gara stenta ancora a scomparire: al 7° minuto la difesa del Sassuolo riesce a salvare sulla linea di porta una conclusione avversaria, respingendo però il pallone sui piedi di Parolo. Facile la botta sotto la traversa che porta in vantaggio la formazione di Simone Inzaghi. Solito errore per il Sassuolo che è costretto ad inseguire fin dai primi minuti. Situazione familiare agli emiliani che non ci mettono molto a trovare il pareggio: al 15esimo il cross dalla destra di Lirola trova la testa di Gian Marco Ferrari; il numero 31 centra lo specchio e fa 1-1. I padroni di casa proseguono il match macinando gioco, ma senza trovare anche la rete del sorpasso. Domano una buona Lazio, ma rischiano alla mezzora quando su contropiede Immobile colpisce il palo.

sassuolo-lazio-adjapong

DENTRO DJURICIC, SI TORNA AL TRIDENTE – Nessun cambio nei primi minuti della ripresa, nemmeno nelle dinamiche della gara. Equilibrio in campo, ma i neroverdi palleggiano con disinvoltura, rischiando solamente in contropiede. La difesa è ottima in copertura, anche se davanti Boateng e Berardi non trovano la chiave per colpire. Lazio che agisce soprattutto con le ripartenze, sempre pericolose quando davanti hai un giocatore come Immobile. Dopo 20 minuti di partita De Zerbi opera la prima sostituzione, inserendo Djuricic per Sensi. Si torna così al tridente offensivo che tuttavia non apporta cambiamenti significativi al match. Rogerio e Babacar rilevano Adjapong e Boateng (opaco oggi l’ex Milan), mentre nella Lazio entrano Correa, Lukaku e Berisha. Il primo si rende pericoloso a metà frazione quando il contropiede viene da lui finalizzato e respinto da un ottimo Consigli. Dall’altra parte Babacar recupera palla nei 20 metri che lo separano dalla porta e tenta un pallonetto purtroppo mal calibrato. Forcing finale dei neroverdi, ma dopo tre minuti di recupero l’arbitro Calvarese ufficializza l’1-1 finale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy