Sassuolo, Bucchi: ”Juve fortissima, ma quel punto non ci soddisfa”

Sassuolo, Bucchi: ”Juve fortissima, ma quel punto non ci soddisfa”

L’avversario più ostico per un Sassuolo in fase di ricostruzione. La sconfitta non cancella tutto il lavoro di mister Bucchi, ma ora è necessario trovare prima vittoria

L’avversario più ostico per un Sassuolo in fase di ricostruzione. La sconfitta non cancella tutto il lavoro di mister Cristian Bucchi, ma ora è necessario trovare prima vittoria stagionale: «Sto cercando di metterci del mio, adattando le mie idee. Questo per me è uno stimolo e probabilmente è l’anno più difficile dopo cinque anni con lo stesso allenatore. – le parole del tecnico a margine della gara – C’è stato un periodo di conoscenza reciproca, questa squadra la sento mia da due settimane, dalla fine del mercato. Lì, si è presa una direzione che ha visto il gruppo diventare veramente mio. Il calendario non è stato generoso con noi, ma quel punto solo non ci soddisfa, inutile nasconderlo. Spero che il nostro campionato cominci mercoledì. Oggi abbiamo trovato grande qualità davanti e l’aggressione rischia di essere vana, perchè giocatori come Dybala e Higuain riescono a trovare la giocata anche nello stretto. Ho visto dei miglioramenti anche rispetto a Bergamo».

Dall’altra parte c’era una super Juventus ed un super Dybala: «Dybala è forse il giocatore che decide maggiormente le gare, le può risolvere lui con intuizioni geniali come il suo primo gol di oggi. Il secondo gol è stato altrettanto intelligente ed infine l’ultimo ha messo in scena tutta la sua qualità. Bisogna anche confermare la bravura degli avversari, tanto di cappello a loro. Se devo trovare invece qualcosa di sbagliato nel nostro gioco, lo troverei nella gestione troppo lunga della palla. Ho voluto dare continuità alla formazione di Bergamo, ad eccezione di Berardi ovviamente».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy