Quattro schiaffi che faranno bene

Quattro schiaffi che faranno bene

Secondo Roberto De Zerbi sì, ma come da lui affermato, il lavoro sulla fase difensiva sarà fondamentale in questi mesi. A Napoli non si potrà sbagliare.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
sassuolo-milan-squadra

Non sarà la seconda sconfitta in campionato ad abbattere il morale dell’armata neroverde. Gli zero punti arrivati contro Juventus e Milan sono da osservare con un occhio oggettivamente critico, sottolineando la prestazione della difesa, da rivedere, e quella del gioco, tutto sommato in linea con le altre partite. Se davanti il gol arriva sempre – finora il Sassuolo ha segnato in tutte le gare disputate e vanta il secondo miglior attacco – sono invece solo due le partite terminate senza subite gol (Inter alla prima, Spal alla sesta) che fanno della rosa emilia una delle peggiori difese.

marlon-sassuolo-milan

Roberto De Zerbi lo sa bene, il gioco offensivo non può vantare l’assenza di difetti, ma i quattro gol subiti dal Milan hanno messo in luce alcuni errori, individuali e di reparto, che prescindono dal modulo. «Siamo stati frenetici, non dovevamo forzare il passaggioaveva dichiarato l’allenatoreSe salta il contrasto rischiamo di prendere il contropiede, come nel caso del primo gol dove Ferrari era completamente fuori posizione».

Il palleggio a centrocampo è utile e affascinante allo stesso tempo, meno invece quando lo fai all’interno della tua area: ne sa qualcosa Marlon (in foto ndr) che al termine del primo tempo si è concesso un palleggio di troppo davanti a Consigli, perdendo poi il pallone riconquistato dal Milan.

Quattro sberle che allora sì, fanno bene, perchè mantengono la squadra con i piedi per terra (ma con lo sguardo fisso verso l’alto) e mettono in luce quegli errori che, se limitati, non impediranno al Sassuolo di imporre il suo gioco. Al lavoro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy