Il Sassuolo si sveglia tardi, ma al Frosinone non basta: 2-2 ciociari retrocessi

Il Sassuolo si sveglia tardi, ma al Frosinone non basta: 2-2 ciociari retrocessi

Comincia male il match per il Sassuolo che nel primo tempo concede due gol al Frosinone: nella ripresa Boga riporta grinta ai neroverdi che raggiungono il pareggio e condannano alla B i ciociari.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
ferrari-sassuolo-frosinone

FROSINONE AVANTI, IL SASSUOLO SI FERMA AL PALO – Ritmi bassi al Mapei Stadium di Reggio Emilia, complice una copiosa pioggia primaverile che rende molto complicato il controllo del pallone. In campo il Sassuolo lascia qualche spazio agli ospiti, mantenendo comunque maggior possesso palla. I neroverdi aprono il match con una ghiotta occasione per Stefano Sensi, ben servito in area da Berardi. Il suo tiro viene però deviato in maniera determinante da Ariaudo. A seguire, il gol del Frosinone: minuto numeri 8, Pinamonti innesca Sammarco che dal limite dell’area colpisce rasoterra verso l’angolo alla destra di Consigli. Tiro debole, ma preciso e il portiere non ci arriva. Al 25esimo l’accoppiata Sensi-Berardi recupera un buon pallone sulla trequarti e l’attaccante calabrese si immola verso l’area di rigore avversaria. Il suo diagonale mancino termina però la sua corsa sul palo alla destra di Sportiello. Berardi è tra i più pericolosi del match: il suo tiro a giro alla mezz’ora sembra ben indirizzato, ma trova l’opposizione di Ariaudo. Non molta grinta in casa Sassuolo, che viene punito sei minuti dopo sugli sviluppi di un corner dalla sinistra. Paganini sbuca di testa da centro area e insacca per lo 0-2.

IL SASSUOLO LA RIPRENDE – Continua il pressing neroverde alla ricerca del gol che possa riaprire la partita. Roberto De Zerbi decide di giocarsi subito due cambi inserendo Babacar e Boga al posto di Matri e Lemos. Il Sassuolo colleziona numerosi calci d’angolo, ma non riesce a rendersi veramente pericoloso. L’ingresso di Boga mette tuttavia nuova grinta all’attacco emiliano che al 66esimo riesce ad accorciare le distanze: Gian Marco Ferrari si ritrova sulla traiettoria del pallone calciato da Rogerio. Il difensore è in posizione regolare e supera Sportiello per l’1-2. Padroni di casa rianimati dalla rete e molto più votati all’attacco. Boga è una furia sulla corsia mancina e si regala la meritata rete del 2-2. L’azione si sviluppa sulla corsia opposta e porta Lirola al cross basso. Sfera che attraversa tutta l’area e trova libero proprio il numero 20. Conclusione di prima vincente. Nulla di più al Mapei Stadium. Il Sassuolo riporta l’equilibrio sul tabellino, condannando così il Frosinone alla retrocessione matematica. Tradizione purtroppo rispettata per i ciociari, che nelle ultime tre discese di categoria hanno trovato la certezza matematica sempre contro i neroverdi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy