Caso Mapei, Carnevali: ”La Reggiana rispetti il contratto, debito di 520 mila euro”

Caso Mapei, Carnevali: ”La Reggiana rispetti il contratto, debito di 520 mila euro”

Ritardi nei pagamenti, la Reggiana chiede una rinegoziazione per l’affitto del Mapei Stadium. Interviene anche Carnevali: ”Si rispetti il contratto”

Commenta per primo!

A fare chiarezza sul caso Mapei Stadium ci ha pensato Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo, intercettato dalla Gazzetta di Modena e sicuramente non molto felice della recente uscita del presidente della Reggiana, Mike Piazza: «Dispiace che la Reggiana stia vivendo un momento di difficoltà, ma i contratti vanno rispettati» le prime parole del direttore neroverde che rispondono a quel ”onere insostenibile” messo sul piatto dal numero uno della Reggiana. E Carnevali mette subito in chiaro la questione a livello di cifre: «Non è vero che la Reggiana ci deve arretrati per 200mila euro. In realtà non paga l’affitto dal 1° luglio 2016 e il debito ammonta a 520 mila euro iva compresa».

Dalla Reggiana arrivano parole dure contro l’ammontare dell’affitto. Troppo alto?: «Mi spiace che Piazza dica così, in realtà si tratta di una cifra equa. L’affitto è di 80 mila euro, gli altri 200 servono a coprire un’innumerevole serie di servizi che vanno dal riscaldamento alle pulizie, acqua, luce, illuminazione, led, maxischermo e rifacimento del manto erboso. 280 mila euro sono troppi? Non capisco su quali basi si possa fare tale affermazione. Ad esempio l’Albinoleffe, squadra di serie C, per utilizzare lo stadio Atleti Azzurri d’Italia versa all’Atalanta 380mila euro all’anno, cento in più di quanti ne dovrebbe pagare a noi la Reggiana. Uso il condizionale perchè per il periodo 1 luglio 2016-31 dicembre 2017 la società granata non ha ancora versato un euro d’affitto. I contratti vanno rispettati, punto. In caso contrario la Reggiana dovrà trovare altre soluzioni».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy