Berardi illude il Sassuolo, poi Insigne pareggia i conti: con il Napoli è 1-1

Berardi illude il Sassuolo, poi Insigne pareggia i conti: con il Napoli è 1-1

Il gol di ”Mimmo” Berardi nella ripresa regge fino ai minuti finali di gara: il Sassuolo sciupa il vantaggio e regala al Napoli uno sfortunato pareggio.

di Simone Giovanelli, @SimoGiovanelli
sassuolo-napoli-berardi

MANCA PRECISIONE – Non ci sarebbe da stupirsi se il primo tempo del Mapei Stadium tra Sassuolo e Napoli fosse terminato sul 2-2. In campo ci sono formazioni che creano opportunità da rete con grande facilità, così come rischiano di subirne con altrettanta semplicità. Insigne apre le danze al 2° minuto con un tiro alto viziato però da fuorigioco. Demiral segna la sua rete personale quando al 9° interviene imperiosamente sullo stesso giocatore belga impedendogli l’incontro solitario con Pegolo. Magistrale. Il Sassuolo risponde al quarto d’ora, prima con Duncan che impegna Ospina con un tiro cross, poi con Boga che conclude la sua azione insistita con un tiro a giro alla Insigne che esce di poca alla sinistra di Ospina. Di nuovo Napoli, proprio con Insigne, il cui diagonale viene bloccato da Pegolo, poi con Verdi che dall’interno dell’area spara alto verso la curva ospite. Nel finale bel tiro di Rogerio che sfiora il palo lontano tirando dalla sinistra. E’ una partita divertente, ma che arriva all’intervallo sullo 0-0.

SASSUOLO AVANTI – Ripresa con un solo cambio: nel Napoli entra Luperto per Chiriches. Sarà proprio Luperto a deviare il crosso di Boga all’interno dell’area piccola, favorendo il tocco ravvicinato di Berardi che al 51esimo fa 1-0. Come prevedibile la gara cambia volto e il Sassuolo si affida solamente alle ripartenze per tentare di chiudere la gara. Napoli che fa suo il possesso palla e pazientemente tenta di costruire l’azione del pareggio. Diawara impegna pegolo al 76esimo costringendolo a respingere in angolo un tiro dai 2 metri, Milik – subentrato a Verdi – di testa sfiora il gol anche se in posizione irregolare. Diventa quindi decisivo l’unico errore difensivo dei padroni di casa: al 86° Magnanelli riceve nella sua area un pallone gentilmente concesso dall’avversario. Altrettanto cortesemente sbaglia nel rinviarlo, lasciando così ad Insigne il tiro a giro che sigla l’1-1. Cinque minuti di recupero non sbilanciano più l’ago dell’incontro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy